Magazine Meregalli

MARCONI 46 – Il nuovo Gin Made in Italy

Poli---Gin-Marconi-46-HD
MARCONI 46 è un Gin Italiano distillato artigianalmente in piccoli lotti con Crysopea, l’alambicco a bagnomaria sottovuoto, è ottenuto da un’infusione unica nel suo genere di bacche di ginepro, uva moscato, pino mugo, pino cembro, menta, cardamomo e coriandolo ispirata all’altopiano di Asiago, a nord del Veneto, da cui ha origine la famiglia Poli. Esprime già nel nome la sua anima italiana: Guglielmo Marconi è stato un genio italiano, inventore del telegrafo e premio Nobel per la fisica nel 1909. 46 è la gradazione alcolica del Gin. Via Marconi 46 è l’indirizzo delle distillerie Poli a Schiavon.

 

AROMA: al naso si apre con un aroma intenso di ginepro, reso fresco e balsamico dal pino mugo, da pino cembro e dalla menta

 

GUSTO: in bocca la presenza dell’uva moscato dona un tocco di morbidezza; le percezioni retro-olfattive proseguono infinite con eleganti note di cardamomo e coriandolo.

 

AFFINAMENTO: 6 mesi in acciaio

Salsiccia e Friarielli con Serralori Rosato di Argiolas

IMG_3786

 

Ecco la ricetta di una pizza davvero squisita preparata da un vero appassionato, Davide Brambilla, che non solo sceglie molto accuratamente gli ingredienti ma è anche un vero mago dell’impasto. Vi sveliamo sotto tutti i suoi segreti nelle ricette (dell’impasto verace e del topping) e dettagli fotografici, tutti fatti in casa.

 

L’abbinamento perfetto con questo classico della pizza napoletana: Salsiccia e Friarielli, è un fresco ed estivo SERRALORI ROSATO di ARGIOLAS che ha struttura ma è anche fresco ed elegante. Da uve: Cannonau, Monica, Carignano, Bovale sardo. Ha un colore rosato tenue, al gusto è vivace ma equilibrato nei caratteri di sapidità, corposità e gentilezza.

 

argiolas-dx

 

 
INGREDIENTI IMPASTO VERACE:

Acqua: gr. 1000
Farina media forza (W 240-280): gr. 1650-1750
Lievito di birra: gr. 3 (0,2% del peso farina)
Sale: gr. 40 (2,5% del peso farina)

 

INGREDIENTI TOPPING – SALSICCIA FRIARIELLI:

Friarielli, sbollentati e ripassati in padella con aglio, olio e peperoncino
Provola affumicata di Bufala
Salsiccia messa a crudo in cottura
In uscita… giro di olio piccante a piacere!!

 

PROCEDIMENTO:

Versare tutta l’acqua (meglio se fredda da frigo) in una ciotola, inserire e sciogliere il lievito, versare oltre metà della farina precedentemente setacciata e mischiare, facendola assorbire bene. Dopo aver ottenuto una sorta di pastella densa senza grumi, inserire il sale e proseguire aggiungendo un po’ alla volta la farina restante continuando a impastare. Nel momento in cui la farina ha assorbito tutta l’ acqua, trasferire l’impasto sul banco e prendere ad impastare delicatamente, senza stressarlo applicando troppa forza.

L’impasto deve incordarsi, ma non troppo, va creata una maglia glutinica che poi dovrà rilassarsi per poter avere sufficiente estensibilità in fase di stesura. Se si impasta troppo risulterà troppo tenace. Riporre la massa in un contenitore per tre o quattro ore, coprendo con panno umido o con coperchio.

 

11207290_10207140274814994_7481024007695188514_n

 

Trascorse le ore di “puntata” (si chiama così la fase in cui tutta la massa rimane a lievitare)… Stagliare e formare delle palline con peso di circa 250 gr e far lievitare nuovamente per sei-otto ore. Questa seconda lievitazione con i panielli divisi si chiama “appretto”. Anche in questo caso riporre le palline in contenitori dotati di coperchio oppure utilizzare un telo umido non a contatto con l’impasto.

 

Per contattare Davide scrivete a davidetex@alice.it

Tenuta Fertuna sul podio ai Decanter World Wine Awards 2015

Giunti alla 12esima edizione, i Decanter World Wine Awards (DWWA) sono il piu’ grande e prestigioso concorso vinicolo al mondo. Giudicato dai piu’ autorevoli esperti e professionisti del wine business, i DWWA sono riconosciuti a livello internazionale per l’affidabilita’ del loro rigoroso processo di degustazione e selezione. Vi segnaliamo che tutti i vini FERTUNA presentati sono stati premiati con la BRONZE MEDAL al Decanter Wine Awards 2015.

 

Sotto i certificati

 

Droppello 2013 Tenuta Fertuna  Medaglia di Bronzo 

 

Fertuna-Droppello-2012---DWWA-Bronze

Fertuna 2009 Tenuta Fertuna  Medaglia di Bronzo 

 

 

Fertuna-Lodai-2009---DWWA-Bronze

 

Messiio 2009 Tenuta Fertuna  Medaglia di Bronzo 

 

Fertuna-Messiio-2009---DWWA-Bronze

Pactio 2012 Tenuta Fertuna  Medaglia di Bronzo 

 

 

Fertuna-Pactio-2012---DWWA-Bronzee

Atmosfere mediterranee e orientali all’Agrirelais Baglio di Pianetto

Agrirelais_festa

 

Si viene accolti tra il verde dei filari di ulivi e viti, con una splendida vista della Piana degli Albanesi, da una struttura di tipico impianto mediterraneo, massiccio ed elegante. Gli interni sono caldi, accoglienti, dalle atmosfere orientali e mediterranee insieme; le camere, diverse tra loro nei colori, trasmettono tutte il medesimo calore.  La sala da pranzo luminosa e raccolta, la sala relax con vetrate e splendida vista, il percorso fitness fra le vigne e la piscina nel verde rendono il soggiorno davvero esclusivo.

 

 

42078520

 

Elegante dimora di campagna, narra dell’amore per l’arte del Conte e della Contessa Paolo e Florence Marzotto, proprietari attenti il cui senso dell’ospitalità è percepibile nella cura di ogni dettaglio. La bellezza degli arredi, il confort delle stanze, la qualità della tavola e la vicinanza a siti d’eccezione sono solo il preludio di un soggiorno dove nulla è lasciato al caso.

Situato a Pianetto, a 21 km da Palermo, l’Agrirelais Baglio è una fattoria con cantina, dista 20 km dalla Cattedrale di Monreale e 50 minuti d’auto dall’Aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo.

 

Agrirelais_Piscina

GUESTHOUSE & RISTORANTE-AGRIRELAIS

90030 S. CRISTINA GELA (PA)

VIA FRANCIA

Tel. +390918570148

E-mail: agrirelais@bagliodipianetto.com

 

Le Grappe Poli a EXPO Milano 2015

150522170680_grappa_poli_expo_2015

 

La Grappa Poli è presente a Expo Milano 2015 nel Salone della Grappa, presso il padiglione “Vino, a Taste of Italy“.

 

La famiglia Poli propone, per tutta la durata  di Expo, una visita tematica alla Distilleria  e al Museo della Grappa, sede di Schiavon,  per mettere in luce il contributo positivo delle distillerie italiane al miglioramento dell’ambiente. Un percorso che vi guiderà alla sorprendente  scoperta dei tanti utilizzi dell’uva.

 

La Grappa, l’unico distillato italiano, non poteva non avere uno spazio d’onore a Expo Milano 2015. Una edizione unica, legata ad un tema caro al mondo intero: cibo e alimentazione.

 

Vi aspettiamo numerosi al salone della Grappa, presso il Padiglione “Vino a Taste of Italy” dove potrete ammirare e degustare le etichette simbolo della Grappa di qualità italiana: Sarpa di Poli, Poli Bassano 24 Carati e Poli Barili di Sassicaia sono le tre Grappe che rappresenteranno le Poli Distillerie a EXPO 2015, Grappe diverse ma distillate con la stessa passione artigiana.

 

Meet the Grappamaker

Il 18 settembre 2015 dalle 14.45 alle 15.30

Jacopo Poli avrà il piacere di incontrare  personalmente i visitatori a EXPO e guidare  l’assaggio delle Grappe Bassano 24 Carati,  Sarpa di Poli e Barili di Sassicaia.

Info e prenotazioni: Poli Grappa

 

Mini crocchette Indiane di pesce su TARALLINI di grano duro del PASTIFICIO ALA

Un altro aperitivo fusion, che potete trovare sul L’EnnesimoBlogdiCucina con il tocco etnico delle crocchette indiane di pesce e la fragranza dei tarallini di grano duro Senatore Cappelli, del Pastificio ALA, lievitati con lievito madre e cotti solo in forno a bassa temperatura.

 

tarallini-polpette-pesce-indiano-1

 

Come si preparano?

 

250gr di filetti di platessa già pulita da frullare con 1 patata grande lessa, 1 fetta di pane raffermo ammollato in poca acqua e strizzato, 1 mazzetto di coriandolo fresco, 1 peperoncino verde, una presa di sale e una grattata di pepe e 1/2 spicchio d’aglio. Modellare delle piccole palline di impasto e cuocerle in forno caldo, 180° per 15 minuti, su una teglia rivestita di carta da forno.

 

Una volta cotte passarle in padella con poco olio di semi per dorarle bene  e quindi sistemarle una ad una, sui Tarallini Ala, decorando con fili di erba cipollina, scorza di mandarino e pepe di Cayenna.

 

Special thanks to: Anna Fracassi – LENNESIMOBLOGDICUCINA

 

 

AZNOM premiata nella categoria POSITIVE BUSINESS INNOVATION

20150604_215428

 

Una serata per celebrare persone e imprese che sono accomunate da un principio comune:fanno della positività il valore fondante della propria organizzazione e il motore della produttività. Questo l’obiettivo con il quale  nella suggestiva cornice dello Spazio Gessi di via Manzoni a Milano, si è svolta la seconda edizione del Positive Business Award, il premio creato e organizzato dalla Scuola di Palo Alto – la principale Business School italiana non accademica, nonché referente italiana della Positive Education – con il supporto organizzativo di DLB Group Italia – l’agenzia di consulenza creativa e di marketing, parte del network internazionale DLB Worldwide -, in partnership con Adico e con Carter & Benson, per premiare la cultura positiva di aziende e organizzazioni in ogni declinazione e ambito di applicazione.

 
Aznom è stata premiata nella categoria Positive Business Innovation, per aver affrontato i cambiamenti imposti dalle nuove situazioni dei mercati con spirito positivo, capace di trasformare un’esigenza in un’opportunità.

ORSONE: Ristorante, Taverna e B&B

 

53d75b9280488c6910ff9af5

 

 

Joe e Lidia Bastianich, dopo tante esperienze nel campo della ristorazione e progetti nel mondo, tornano in Italia realizzando un sogno con Orsone: Ristorante, Taverna e B&B. Immerso tra i vigneti dell’Azienda Agricola di famiglia alle porte di Cividale del Friuli, Orsone è un progetto che nasce dal forte legame con il territorio, diventando un luogo di ospitalità dallo spiccato approccio internazionale. Materie prime e piatti della grande tradizione vengono riletti in chiave personale, fondendosi in uno stile di cucina italo-newyorkese e contemporaneo da gustare nel primo Ristorante italiano della famiglia Bastianich.

 

Un menù in continuo divenire che, seguendo il ritmo delle stagioni, spazia tra alcuni grandi classici della cucina di Lidia o invita alla scoperta di nuovi accostamenti. La carta vini, accanto alle produzioni della cantina di famiglia contempla una selezione delle migliori etichette italiane ed estere, con una speciale attenzione ai Colli Orientali e al Friuli.

CREOLE SHRUBB

CREOLE SHRUBB – LIQUEUR D’ ORANGE – 40°

MAISON CLEMENT Domaine l’Acajou – Martinica

 

 

E’ il liquore tradizionale delle Antille. Si tratta di una miscela di rum agricoli, invecchiati e bianchi, in cui sono state messe a macerare spezie e scorze d’arancia.

Créole Shrubb sviluppa aromi e sapori che ricordano la Martinica, è “l’ingrediente segreto” utilizzato spesso dai più rinomati chef del mondo.

 

Da degustare con ghiaccio o in un cocktail, particolarmente apprezzato dal palato femminile.

 

 

POSTER-Creole-Shrubb-ad-artwork-for-Imbibe-half-page-ad-3-2013-BD

FARAONA ALL’ARANCIA, RHUM E ZENZERO

 

FARAONA ALL’ARANCIA, RHUM E ZENZERO

 

Non la classica ricetta della faraona all’arancia, ma una rivisitazione profumata di zenzero e agrumi con la nota dolciastra e aromatica di un rhum davvero speciale. A cura della bravissima Anna Fracassi.

 

Dosi per 2/3 persone

1 faraona pulita e tagliata in quarti

5 cm di radice di zenzero fresco

2 bicchieri di Rhum Creole Shrubb all’arancia

1 arancia bio

1 mazzetto misto di origano, timo e maggiorana freschi

2 spicchi d’aglio

1 cipollotto (bianco o rosso)

1 cucchiaio di paprika forte

1 filo di olio extra vergine di oliva

sale e pepe qb

1 cespo di indivia per accompagnare

 

Trovate questa e tante altre ricette nel suo Blog: L’ENNESIMO BLOG DI CUCINA

http://www.lennesimoblogdicucina.com/2015/02/faraona-all-arancia-rhum-e-zenzero.html

 

faraona-all-arancia-clement-1