lennesimoblogdicucina

POLPETTE DI AGNELLO CON SALSA AI FRUTTI ROSSI E PINOT NERO MATAN Riserva di PFITSCHER #lennesimoblogdicucina

Queste polpette di agnello sono l’abbinamento perfetto per il Pinot Nero con una salsa di accompagnamento che richiama proprio le sue note di frutti di bosco. Il Pino Nero Matan nasce a  Montagna è un paese idilliaco, adagiato sul versante orientale della Bassa Atesina e noto come una delle migliori località per il Pinot Nero: una zona caratterizzata da ripidi pendii, preziose terrazze e un mite clima alpino-continentale. Nel cuore di questa straordinaria area vinicola sorge Pfitscher che dispone anche di vigneti a Cortaccia, Ora ed Egna, vicino a Montagna, dove crescono per esempio i vitigni autoctoni di Lagrein, Schiava o Gewürztraminer.

Questo mese la nostra collaborazione con L'EnnesimoBlogdiCucina ci porta alla scoperta di una ricetta perfettamente in grado di valorizzare il Matan, un vino importante adatto ad accompagnare carni rosse, selvaggina e formaggi dalle note piccanti. Il Pinot Nero è  pensato come abbinamento ma anche come ingrediente, per rafforzare i rimandi ai frutti rossi e ingentilire il gusto intenso di queste polpette di agnello.

INGREDIENTI per N.12 POLPETTE:

300 g di macinato di agnello
1 cucchiaio di olio evo
50 g di more
50 g di lamponi
1 bicchiere di Pinot Nero
1 pizzico di peperoncino in polvere
un mazzetto di menta
sale e pepe qb

In una padella antiaderente scaldate l’olio, aggiungete i frutti rossi e, aiutandovi con un cucchiaio di legno, mescolate per una decina di minuti per ottenere una crema densa. Sfumate con mezzo bicchiere di vino e, con un colino, filtrate la crema di frutti rossi per rimuovere i semini.

Mettete da parte la crema in una piccola ciotola e, nella padella ancora sporca, trasferite il macinato d’agnello, modellato in piccole polpette. Rosolate la superficie, sfumate con l’altro mezzo bicchiere di Pinot Nero e cuocete a fuoco medio per 10 minuti. Unite alle polpette di agnello la crema tenuta da parte, il mazzetto di menta, un pizzico di sale e una grattata di pepe nero, e qualche frutto lasciato intero.

Saltate a fuoco vivo per altri 5 minuti (potete aggiungere un altro cucchiaio di olio evo per non farle attaccare) sempre aiutandovi con un mestolo di legno e con delicatezza.

Servite le polpette di agnello calde con foglioline di menta fresca e frutti rossi e un buon bicchiere di Matan Riserva!

 

Matan_blog

 

La qualità dei vini Pfitscher viene raggiunta grazie al lavoro quotidiano nei ripidi pendii dei vigneti. I vini vengono contraddistinti dalla loro inconfondibile identità. Infatti, i vitigni vengono lasciati crescere senza modificarne la natura o nuocere ai frutti. Anche all’interno della cantina viene preservata la qualità dell’uva, grazie a processi delicati che consentono alla posizione, al vitigno e all’annata di dispiegare le loro qualità nella maniera più naturale possibile. 

E proprio l'aspetto naturale e nel completo rispetto del territorio ha una particolare importanza nella filosofia dell'azienda. La Tenuta Pfitscher è stata infatti, la prima cantina d’Italia a fregiarsi di questa nuova certificazione: CASACLIMA WINE A fine marzo 2012, Pfitscher è stata la prima ad ottenere il sigillo di qualità di CasaClima Wine, una certificazione che riconosce il contributo per l’ambiente e la sostenibilità, soprattutto per quanto concerne l’impiego di energie rinnovabili per la produzione del vino. In occasione della costruzione della nuova cantina è stata combinata la più elevata efficienza energetica con un’architettura aperta, insolita per un edificio CasaClima. Nel contempo, la cantina si inserisce nel particolare paesaggio, caratterizzato da un enorme potenziale geografico e costantemente curato dall’attività di viticoltura. Rivolgere la massima attenzione ai vitigni altoatesini e produrre vini varietali, nobili e pregiati è il motto di Pfitscher. Il sigillo dell’ Agenzia CASACLIMA certifica l’impiego di energie rinnovabili e valuta la compatibilità ambientale dell’edificio nonché il comfort abitativo, il consumo d’energia e acqua nella produzione dei vini, la scelta degli imballaggi e l’impatto del trasporto.

 

You may be interested also in